Il riassunto

Schema per imparare a scrivere il riassunto di un testo, approfondimento di italiano per gli studenti della scuola secondaria di I grado | Homework & Muffin

I Anno | 26 aprile 2018

Scrivere un riassunto significa riscrivere un testo con un minor numero di parole, eliminando le informazioni superflue e secondarie e utilizzando delle tecniche che variano a seconda del tipo di testo.

Vi sono delle strategie comuni a tutti i tipi di riassunto:

  1. Individuazione del tema centrale
  2. Suddivisione in sequenze e titolazione
  3. Rielaborazione

Come scrivere il riassunto

  1. Individuare il tema centrale, la tipologia e le parole-chiave;

Ricorda!

Segui queste domande-chiave (la tecnica delle 5 W) per riconoscere le informazioni principali di ogni tipo di testo:

–      Testo narrativo-letterario

Chi? – Che cosa? – Quando? – Dove?

–      Testo espositivo-informativo (scientifico-divulgativo)

Chi? – Che cosa? – Quando? – Dove? – Perché?

–      Testo argomentativo

Il problema – la tesi – gli argomenti a favore della tesi – le antitesi – gli eventuali argomenti a favore dell’antitesi – la conclusione

 

  1. Suddividere in sequenze e sottolineare in ognuna le informazioni principali.

Ricorda!

Si ha una nuova sequenza quando:

–      C’è il capoverso;

–      Cambia la scena;

–      C’è un nuovo personaggio;

–      Vi è un salto nel tempo;

–      C’è una narrazione (sequenza narrativa), una descrizione (sequenza descrittiva), un dialogo (sequenza dialogata), una riflessione (sequenza riflessiva).

 

  1. Assegnare un titolo a ogni sequenza;
  2. Scrivere una frase per ogni sequenza e unire con i connettivi.

Ricordo che i connettivi sono congiunzioni, avverbi, preposizioni o espressioni che si usano non solo per collegare frasi ma anche per mettere in rapporto fra loro le parti del testo.  Prossimamente scriverò un approfondimento su questo argomento!

Ricorda!

·        Usare:

–          la terza persona;

–          i discorsi indiretti;

–          pronomi e sinonimi per evitare le ripetizioni;

·        Fare attenzione ai tempi verbali (coerenza)

 

Attenzione nei testi espositivo – informativi e argomentativi bisogna conservare i termini del linguaggio settoriale del testo di partenza.

Questo è uno schema che servirà anche come ripasso per gli alunni del terzo anno che a giugno si cimenteranno nella nuova tipologia di prova scritta.

Lo scritto di italiano da quest’anno comprenderà tre tracce:

  • testo narrativo o descrittivo;
  • testo argomentativo;
  • comprensione e sintesi di un testo, anche mediante richiesta di riformulazione.

Vi auguro un futuro pieno di soddisfazioni, cari ragazzi!

Buono studio!

Gabriella

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Leggi l'informativa sui cookie
Privacy Policy

Chiudi